HOME

Verso l’abolizione del Roaming. In vacanza con il telefonino ora costa meno

telefono roamingTra i tanti crucci che hanno assillato i consumatori nei loro viaggi nell’Unione europea ci sono stati anche i costi per chiamare, inviare/ricevere SMS e navigare in internet in un altro Paese.

Finora, fare tutto questo col proprio smartphone in un Paese diverso non aveva gli stessi costi che nel proprio di origine. I costi di roaming, ossia della procedura che permette ai cellulari di connettersi con reti di operatori diversi dal proprio, infatti, erano molto costosi.

Dobbiamo dare atto alla Commissione europea di aver dichiarato guerra agli elevati costi del roaming, mettendo a punto un piano per la loro abolizione definitiva.

Il giorno in cui diremo l’addio definitivo al roaming sarà comunque il 15 giugno 2017, giorno a partire dal quale chiamare, inviare e ricevere SMS e navigare su Internet costerà come in patria.

La Commissione europea ha però previsto una fase di transizione a partire dal 30 aprile 2016. Pertanto, come si evince dalla tabella i costi saranno i seguenti:

 

Ti ricordiamo, comunque, prima di partire di:

·         VERIFICARE i costi di telefonate/SMS/internet in entrata e in uscita dal tuo telefonino del Paese in cui vai

·         CONTROLLARE le offerte realizzate dal tuo operatore dedicate all’uso all’estero

·         VERIFICARE, prima di chiamare/ricevere telefonate e/o inviare SMS o navigare su internet,  quanto traffico ti è rimasto sul pacchetto

Infine, ma non ultima, una raccomandazione:

Ø  Ricordati di DISATTIVARE LA CONNESSIONE IN ROAMING, andando sulle impostazioni del telefono.

In caso di fatture irregolari o anomale, puoi rivolgersi alle sedi di Adiconsum Lecce per contestarle.