HOME

INPS: Con il cedolino di luglio arriva la quattordicesima anno 2016

quattordicesima-pensioniL'INPS, con Messaggio n. 2831 del 27/06/2016 comunica, ai pensionati in possesso dei requisiti, che la somma aggiuntiva sarà corrisposta nel cedolino del mese di luglio 2016.

La legge 3 agosto 2007, n. 127, ha previsto a partire dall’anno 2007 il pagamento di una somma aggiuntiva, collegata a determinate condizioni reddituali personali, a favore dei pensionati ultrasessantaquattrenni titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico dell’assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive, esclusive ed esonerative della medesima, gestite da enti pubblici di previdenza obbligatoria.

Si ricorda che la somma aggiuntiva è determinata con le modalità indicate nella Tabella A allegata alla legge in funzione dell’anzianità contributiva complessiva accreditata nella gestione di appartenenza a carico della quale è liquidato il trattamento principale. I requisiti anagrafici e contributivi per il diritto alla prestazione e gli importi della prestazione sono stati illustrati con circolare n. 119 dell’ 8 ottobre 2007 e ripetuti nelle circolari e messaggi degli anni successivi. L’elemento variabile è rappresentato dai limiti dei reddito che essendo funzionali all’importo del trattamento minimo di ciascun anno, sono diversi per ciascun anno. Il Messaggio 2831/2016 riporta i requisiti contributivi e reddituali per il 2016.

Nello specifico il diritto alla quattordicesima spetta:

– ai pensionati ex dipendenti o autonomi che hanno superato i 64 anni di età e che hanno un reddito personale (non viene quindi considerato l’eventuale reddito del coniuge) che non supera l’importo annuo del trattamento minimo moltiplicato per 1,5 ossia considerato che l’importo minimo mensile ammonta a 501,89 euro, per ricevere la quattordicesima il pensionato non può avere un reddito annuo superiore a 9,786,86 euro (ovvero non deve ricevere un assegno mensile superiore ai 752,83 euro).

– a chi compie il 64° compleanno durante il 2016. In tal caso riceverà la quattordicesima INPS, ma il suo importo sarà stabilito in base al mese in cui raggiunge quell’età (in pratica l’importo annuo viene diviso per 12 e al pensionato viene corrisposta la quota relativa ai mesi del 2016 successivi al suo 64° compleanno).

Chiunque, ritenendo che ne avesse diritto a percepirla ma non la trova nel pagamento del mese di luglio, potrà rivolgersi al Patronato INAS della Cisl o alla sede di Adiconsum Lecce sportello di Santa Cesarea Terme per poter verificare il proprio diritto e avviare le pratiche per richiederla.